francigena

Non si vive di sola Francigena

francigenaNon si vive di sola FRANCIGENA, non basta organizzare il Festival della Viandanza per dare ossigeno alle imprese turistico ricettive del nostro comune. Questa la convinzione del candidato Sindaco LEONARDO CASALETTI della LISTA CIVICA DI CENTRO DESTRA “INSIEME PER MONTERIGGIONI”. Si devono ripensare le strategie e mettere in cantiere una serie di iniziative che promuovano una stagione turistica permanente, con eventi realizzati anche nel periodo invernale e alta stagione in modo da allungarne la durata e aumentare pernottamenti e consumazioni nei ristoranti e bar del nostro territorio da parte di un turismo qualificato. Troppo spesso è stato tralasciata questa fondamentale fascia di utenza turistica, che poi è quella che porta denaro alla nostra economia locale, per promuovere esclusivamente ed ideologicamente iniziative di turismo povero. Troppo alti gli investimenti fatti su iniziative che se pur importanti, sono concentrate su periodi estivi, e che già hanno afflusso più ampio anche grazie alla vicinanza con Siena. Bisogna ridistribuire il budget e intraprendere una serie di iniziative per invogliare il turismo anche negli altri periodi. Magari non finanziando il intrattenimento usino immagine del Castello gratuitamente come accaduto con Ubisoft e il videogame Assassin’s creed. Noi della LISTA INSIEME PER MONTERIGGIONI abbiamo predisposto una serie di proposte tra cui:
La ridefinizione dei budget per la realizzazione degli eventi festivi del castello con obbligo di pareggio di bilancio.
La rimodulazione e semplificazione delle procedure legate agli adempimenti sulla tassa di soggiorno. Istituzione di un tavolo permanente con le associazioni di categoria e gli operatori turistici del territorio per la definizione della piattaforma di promozione dell’offerta turistica.
Lo spostamento di parte delle risorse per l’organizzazione degli eventi dal periodo estivo al periodo invernale per creare una stagione turistica permanente, attraverso la valorizzazione del patrimonio architettonico ed artistico storico con l’inserimento di calendarizzazioni permanenti di stagioni musicali classiche e jazz.
Il potenziamento della pedonalizzazione del castello di Monteriggioni
La calendarizzazione di mercatini specialistici all’interno dell’area del castello
La realizzazione e pubblicazione gratuita di una App Ufficiale di MONTERIGGIONI per le maggiori piattaforme mobili che permetterà di visualizzare in tempo reale i monumenti e i luoghi storici da visitare presenti sul territorio comunale con la possibilità di vedere le immagini e le informazioni relative dettagliate. Grazie alla App, l’utente tramite il suo smartphone sarà in grado di organizzarsi visite guidate personalizzate a seconda del tempo a disposizione. In base alla propria posizione geografica rilevata tramite Gps sarà possibile scegliere un monumento di interesse da visitare e immediatamente visualizzare le informazioni relative con i cenni storici completi. Di seguito l’utente potrà calcolare e vedere il percorso virtuale, compresi i servizi turistici locali (trasporti, ristoranti, alberghi, altre strutture ricettive).
L’attivazione, con gestione professionale, di profili Ufficiali dell’amministrazione comunale sui principali social network con particolare attenzione alla comunicazione finalizzata alla promozione turistica.
Queste prime iniziative, realizzabili immediatamente, possono già iniziare a dare respiro al settore turistico di Monteriggioni. Ma ritengo che dalla concertazione delle strategie di marketing con i locali operatori del settore si possa massimizzare il risultato investendo meglio le risorse disponibili.

baseball

Cinque anni non sono bastati per un campo da Baseball

baseballDispiace constatare come si possano perdere cinque anni di tempo quando si parla di amministrazione comunale, soprattutto se l’argomento è un opera pubblica incompiuta, nota dolente dell’italica inefficienza amministrativa. Cinque anni orsono, infatti, in campagna elettorale ebbi un confronto-scontro sulla opportunità di realizzare a Monteriggioni un campo da baseball, non tanto per l’impianto in se, ma per scarsa fiducia che l’investimento richiesto portasse a reali benefici per i cittadini del nostro comune che avessero voluto praticare questo nobile sport. Oggi a distanza di tale tempo mi vedo da consigliere comunale a chiedere conto di come a fronte di un investimento pari a circa 208.000 euro ancora nessuna pallina sia stata lanciata in questo impianto. Durante il Consiglio Comunale del giorno 9 aprile il Sindaco vicario ha risposto alla mia interrogazione, portandoci a conoscenza di quanto segue, ovvero che : 22.000 euro sono ancora da saldare a causa di una contestazione dei lavori, e che il motivo per cui ad oggi l’impianto non è ancora in disponibilità sarebbe imputabile ad un contenzioso con la ditta che ha realizzato il campo, contestazione avvenuta a causa degli allagamenti che secondo l’amministrazione si verificano a causa della cattiva realizzazione dell’opera. Veniamo inoltre informati che si sono avvalsi della consulenza di un soggetto terzo che a detta del Sindaco vicario non era tecnicamente in grado di seguirgli la questione e quindi questo gli ha fatto “perdere tempo” (ovviamente se lo sono scelto da soli), dopodiché hanno aperto il contenzioso facendosi seguire da un legale, contro la ditta che ha realizzato l’opera la quale si rifiuta di riconoscere la responsabilità del difetto. Infine che solo alcuni mesi fa hanno deciso di rivolgersi al tribunale (potevano farlo prima) che si spera a breve nominerà un perito, il quale, probabilmente, svolgerà la perizia nel giro di alcuni mesi e poi il comune potrà in qualche modo entrare in possesso del bene. Insomma per farla breve ad oggi non hanno idea di quanto tempo ancora dovrà passare prima che qualcuno possa giocare a baseball in quell’impianto.

Duole prendere atto, oltre che della pessima prova come amministratori, che nel frattempo i soldi sono stati spesi, che i proclami sono stati fatti e che è stato anche tagliato più di un nastro. Adesso che si chiude il mandato quinquennale, chissà magari una nuova promessa elettorale del centrosinistra potrà proprio essere quella che se li “rivotiamo” il campetto ce lo finiscono.